Nullo il fondiario che supera i limiti i finanziabilità

Mia Immagine

Cassazione Civile, Sez. I, 13 luglio 2017, n. 17352
Il mancato rispetto del limite di finanziabilità, ai sensi dell’art. 38, secondo comma, del T.u.b. e della conseguente delibera del Cicr, determina di per sé la nullità del contratto di mutuo fondiario;

e poiché il detto limite è essenziale ai fini della qualificazione del finanziamento ipotecario come, appunto, “fondiario”, secondo l’ottica del legislatore, lo sconfinamento di esso conduce automaticamente alla nullità dell’intero contratto fondiario, salva la possibilità di conversione di questo in un ordinario finanziamento ipotecario ove ne risultino accertati i presupposti.

Mia Immagine

Nullo il fondiario che supera i limiti i finanziabilità
Cassazione Civile, Sez. I, 13 luglio 2017, n. 17352 – Pres. Didone, Rel. Terrusi

Mia Immagine

Mia Immagine