Piemonte: Interventi per la nascita e lo sviluppo del lavoro autonomo

Mia Immagine

Interventi per la nascita e lo sviluppo del lavoro autonomo
Il Bando riapre, con modalità rinnovate, il 3 luglio 2017, come previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 11 – 4552 del 09.01.2017
Le informazioni sulla gestione della nuova misura, le modalità di presentazione delle domande, le procedure di concessione e le definizioni dei soggetti destinatari delle medesime sono contenute nella Determinazione 523 del 15.06.2017, allegato “A”.
Deroga sui termini di presentazione delle domande I lavoratori autonomi, i cui termini di presentazione della domanda scadono nel periodo intercorrente tra il 09.02.2017 ed il 29.06.2017 (date di pubblicazione dei predetti atti amministrativi sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte) hanno la possibilità di presentare domanda in deroga entro il 30.09.2017.

Presentazione
Si riaprono i termini per la presentazione delle domande di finanziamento a tasso agevolato per la realizzazione di investimenti e delle domande di garanzie per l’accesso al credito a favore dei lavoratori autonomi, incentivi previsti dall’art. 42, commi 1, 5 e 6 della L.R. n. 34/2008 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, della sicurezza e regolarità del lavoro”.
Si tratta di misure di politica attiva del lavoro, miranti a creare occupazione stabile per soggetti appartenenti a categorie definite dalla legge, misure di autoimpiego tramite la realizzazione di avvio di attività autonome.
Per la prima volta, una legge regionale prevede tra i suoi destinatari i lavoratori autonomi; questa misura specifica rivolta al lavoro autonomo contribuirà all’emersione di “lavoro in nero” e si presenta come uno strumento efficace per la lotta contro l’evasione fiscale.

Mia Immagine

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI
Concessione di finanziamenti agevolati con il concorso bancario per l’acquisizione di investimenti, spese per la realizzazione del sito. Garanzia accessoria al finanziamento.

BENEFICIARI
I lavoratori autonomi si devono identificare con i seguenti soggetti:
a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione;
b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale;
c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto;
d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;
e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di auto impiego.

I soggetti di categoria devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

AGEVOLAZIONE
Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50% della spesa con fondi regionali e 50% con fondi bancari. Tetto minimo di finanziamento euro 5.000 tetto massimo di finanziamento euro 60.000.
Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti di domande presentate da beneficiare donne.
Il riconoscimento dell’ambito prioritario consente di innalzare al 60% del totale la quota di finanziamento regionale a tasso zero (per le domande non prioritarie tale quota è del 50%).
Si può richiedere anche una garanzia a copertura dell’80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari; la garanzia è a costo zero ed il Fondo opera come garanzia sostitutiva. Il limite di intervento è pari a euro 24.000 per i lavoratori autonomi.

PIANO DI AMMORTAMENTO DEL FINANZIAMENTO
Il finanziamento deve essere rimborsato, a rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo, giugno, settembre e dicembre), alla Banca prescelta e convenzionata con Finpiemonte S.p.A., nel termine massimo di 48 mesi. Non è previsto il preammortamento.

Mia Immagine

Mia Immagine