Campania: PSR 2014/2020. MISURA 4.1.3. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI GASSOSE NEGLI ALLEVAMENTI ZOOTECNICI, DEI GAS SERRA E AMMONIACA.

Mia Immagine

La tipologia di intervento è attivata per contrastare le emissioni di inquinanti azotati, di ammoniaca e gas serra, che si generano nel corso delle differenti fasi produttive, in particolare nell’ambito della gestione degli effluenti di allevamenti e loro assimilati, della distribuzione dei reflui sui terreni coltivati, dell’utilizzo di digestato derivante da impianti a biogas.

Con il presente bando sono erogati aiuti per un importo complessivo di euro 4.500.000.

Mia Immagine

SOGGETTI BENEFICIARI

Agricoltori singoli e associati.

TIPOLOGIA DI AZIONI AMMISSIBILI

La tipologia di intervento prevede la concessione di aiuti finanziari per la realizzazione di interventi materiali ed immateriali finalizzati alla riduzione delle emissioni gassose di un’azienda zootecnica. Si prevede quindi:

– la realizzazione di interventi sulle strutture di allevamento finalizzati a migliorare le condizioni di aereazione e il microclima e a migliorare la gestione delle deiezioni all’interno della stalla;

– l’acquisto di contenitori di stoccaggio per gli effluenti, esterni ai ricoveri e dotati di sistemi finalizzati al contenimento delle emissioni;

– la realizzazione di impianti di depurazione biologica e strippaggio per il trattamento fisico-meccanico degli effluenti di allevamento;

– l’acquisto di macchinari ed attrezzature per la distribuzione sottosuperficiale dei liquami;

– la realizzazione di investimenti immateriali finalizzati agli obiettivi della misura: acquisizione di programmi informatici e di brevetti/licenze per la migliore gestione dei parametri climatici di stalla e degli effluenti zootecnici.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISIBILI

Sono ammissibili al sostegno esclusivamente le seguenti voci di spesa :

a) Costruzione o miglioramento di beni immobili:

– interventi sulle strutture di allevamento quali: aperture di finestre, inserimento di cupolini e sfiatatoi sui tetti;

– interventi atti a migliorare il microclima negli allevamenti quali l’isolamento delle tettoie, aeratori, l’installazione di insufflatori ed estrattori di aria, di nebulizzatori.

b) Acquisto di nuovi macchinari, attrezzature ed impianti:

– contenitori di stoccaggio esterni ai ricoveri per effluenti palabili dotati di sistemi finalizzati al contenimento delle emissioni;

– contenitori di stoccaggio esterni ai ricoveri per effluenti liquidi/non palabili dotati di sistemi finalizzati al contenimento delle emissioni;

– impianti e attrezzature per la rimozione delle deiezioni dalla stalla e/o separatori solido/liquido;

– impianti di depurazione biologica e strippaggio per il trattamento fisicomeccanico degli effluenti di allevamento tal quali o digestati risultanti dal processo di fermentazione anaerobica, compresa la realizzazione di vasche di stoccaggio aggiuntive necessarie al processo;

– acquisto di impianti e attrezzature per la distribuzione sottosuperficiale dei liquami;

c) Spese generali

Tali spese sono ammissibili entro limiti specifici; in particolare, l’ammontare delle spese generali collegate alle spese per costruzione o miglioramento di beni immobili è determinato entro un massimo del 10%; relativamente alle spese per acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, invece, le spese generali sono riconosciute fino ad un massimo del 5%.

d) Investimenti immateriali:

– acquisizione di programmi informatici ed acquisizione di brevetti/licenze per la migliore gestione dei parametri climatici di stalla e degli effluenti zootecnici.

ENTITÀ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L’importo massimo del contributo pubblico concedibile ad azienda per l’intero periodo di Programmazione è fissato in € 300.000,00. La percentuale di sostegno, calcolata sulla spesa ammessa a finanziamento, è pari al 50%, la restante quota è a carico del richiedente.

SCADENZA

23.10.2017

Mia Immagine

Mia Immagine