Finanziamenti agevolati per imprese che internazionalizzano

Mia Immagine

Crescere all’estero rappresenta un obiettivo condiviso dalla maggior parte delle imprese, che vedono nelle attività di internazionalizzazione una risorsa per potenziare la competitività e promuovere lo sviluppo del business fuori dai confini nazionali.

Tutte le aziende, in forma singola o aggregata, possono trovare in SIMEST (società del Gruppo Cassa depositi e prestiti) un partner affidabile per aprirsi verso nuovi mercati accedendo a finanziamenti agevolati e a una rosa di strumenti personalizzati.

Mia Immagine

SIMEST affianca le imprese per tutto il ciclo di espansione all’estero, a partire dall’analisi sulla fattibilità degli investimenti in programma fino all’avvio delle nuove strutture.

Nel primo semestre 2017 SIMEST ha sostenuto 191 operazioni di imprese italiane con finanziamenti agevolati in 38 Paesi. Dopo aver già descritto in un precedente articolo gli strumenti agevolati dedicati esclusivamente alle piccole e medie imprese (finanziamenti per la Partecipazione a Fiere e Mostre e per la Patrimonializzazione delle PMI esportatrici), analizziamo oggi l’offerta SIMEST di finanziamenti agevolati rivolti alle imprese di ogni dimensione, che operano in ambito export o investono in progetti e attività di internazionalizzazione.

Studi di fattibilità
SIMEST finanzia gli studi di fattibilità promossi dalle imprese con sede legale in Italia, finalizzati a determinare l’effettiva opportunità di realizzare un investimento produttivo o commerciale in paesi Extra UE. Sono previsti finanziamenti a tasso agevolato (10% del tasso di riferimento UE) di durata massima pari a 4,5 anni di cui 18 mesi di preammortamento:

per coprire le spese di personale, viaggi e soggiorni mirati alla redazione di studi di fattibilità;
fino al 100% dell’importo preventivato e non oltre il 12,5% del fatturato medio dell’ultimo triennio;
fino a 150mila euro per studi inerenti investimenti commerciali e 300mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.
Programmi di inserimento sui mercati extra UE
Le imprese italiane possono beneficiare del supporto SIMEST per la realizzazione di strutture commerciali permanenti in un Paese extra-UE: i finanziamenti a tasso agevolato sono finalizzati a favorire la diffusione di prodotti e servizi nuovi o esistenti acquisendo nuovi mercati.

Le risorse erogate possono:

finanziare la creazione di un ufficio, show room, negozio o corner nel paese di destinazione (spese di funzionamento e attività promozionali);
raggiungere il 100% del totale preventivato senza oltrepassare il 25% del fatturato medio dell’ultimo triennio e fino a 2,5 milioni di euro;
finanziare il potenziamento di una struttura già esistente limitatamente ai costi incrementali riguardanti la locazione/acquisto e il personale di una nuova struttura in aggiunta o sostituzione di quella attiva.
Con riferimento a questo importante strumento, vale la pena di segnalare che nei primi sei mesi del 2017 SIMEST ha sostenuto 52 imprese italiane per programmi di inserimento commerciale in 27 Paesi (Albania, Australia, Brasile, Camerun, Canada, Cina, Corea del Sud, Cuba, Emirati Arabi, Egitto, Filippine, Ghana, Giappone, India, Malesia, Marocco, Messico, Nigeria, Panama, Paraguay, Qatar, Russia, Senegal, Sudafrica, Tunisia, Turchia, U.S.A.), con un impegno di 46 milioni di euro.

Programmi di assistenza tecnica
SIMEST sostiene anche la formazione del personale operativo all’estero nell’ambito di investimenti promossi dalle imprese italiane in un Paese extra-UE. Sono previsti finanziamenti a tasso agevolato:

per coprire le spese per personale, viaggi, soggiorni e consulenze inerenti un investimento avviato da non oltre 6 mesi anteriori alla data di presentazione della domanda;
fino al 100% dell’importo delle spese preventivate e fino al 12,5% dei ricavi medi degli ultimi tre anni;
fino a un tetto massimo pari a 300mila euro.

Mia Immagine

Mia Immagine