Resto al Sud: decreto convertito in legge con bonus maggiorato.

Mia Immagine

Il bonus Resto al Sud arriva a 50 mila euro per ogni soggetto. Domanda a INVITALIA fino ad esaurimento dei fondi ma si attende la pubblicazione in GU e il decreto attuativo

Il dl n. 91 217 sugli aiuti al Mezzogiorno è stato convertito in legge con la definitiva approvazione della Camera nella giornata di ieri. La legge di conversione deve essere ora pubblicata in Gazzetta ufficiale ed entro 30 giorni dalla pubblicazione dovrà essere emesso un decreto ministeriale con i particolari sulla concessione degli incentivi e sulle modalità di ammissione, a firma del ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno.

Mia Immagine

Confermata la maggiorazione del Bonus della misura denominata «Resto al Sud», che prevede contributi per la imprenditoria giovanile (da 18 a 35 anni) nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, e altre facilitazioni per i soggetti beneficiari.

Nell’iter di conversione il finanziamento previsto passa da 40 a 50mila euro per ogni soggetto, di cui un 35% a fondo perduto e 65% come prestito a tasso zero. Ricordiamo che gli incentivi sono riconosciuti ai giovani di età fra i 18 e i 35 anni che siano residenti in una delle suindicate regioni o vi prendano residenza entro sessanta giorni dalla risposta positiva di Invitalia . La novità è il maggior termine di 120 giorni di tempo per il trasferimento per chi risiede all’estero.

Inoltre la conversione prevede che non possano fruire dei benefici i soggetti che al momento dell’entrata in vigore del decreto fossero già titolari di un’attività d’impresa e i titolari di un reddito di lavoro dipendente a tempo indeterminato.

E’ stato però allargato ai settori della pesca, dell’acquacoltura e dei servizi turistici il campo di applicazione che prima era riservato alla manifattura artigianato e industria e relativi servizi.

In sede di conversione è stato anche previsto che per i richiedenti costituiti in forma di società cooperativa, che potranno godere di un finanziamento fino a 200mila euro, è previsto l’accesso anche agli incentivi a valere sul fondo speciale per gli interventi a salvaguardia dei livelli di occupazione (articolo 17 della legge 49/1985).

Mia Immagine

Mia Immagine