Calabria: PSR 2014/2020. Misura 16.03.01. Contributo a fondo perduto fino all’ 80% per la cooperazione tra piccoli operatori al fine dello sviluppo e della commercializzazione di servizi turistici inerenti al turismo rurale.

Mia Immagine

L’intervento 16.3.1 è, infatti, finalizzato a migliorare la posizione dei soggetti collaboranti sui mercati di riferimento e sul raggiungimento di economie di scala attraverso il sostegno a:

azioni e progetti di cooperazione fra piccoli operatori per la condivisione di processi di lavoro/impianti e risorse produttive in comune;
azioni e progetti di cooperazione fra piccoli operatori per lo sviluppo e/o commercializzazione di servizi turistici inerenti al turismo rurale.
Soggetti beneficiari
Il beneficiario del sostegno è una forma di aggregazione (Partenariato) che comprenda almeno due soggetti tra “piccoli operatori” del settore agricolo, forestale, della filiera agroalimentare e della filiera turistica.

Tipologia di spesa ammissibile
costo degli studi della zona interessata, studi di fattibilità, stesura di piani aziendali;
costi di esercizio della cooperazione quali: spese per la costituzione dell’aggregazione; costi di gestione per l’organizzazione ed il coordinamento del progetto, compresi gli oneri per affitto sede, e le spese sostenute per i consumi connessi; personale; viaggi e trasferte; costi per la formazione;
costi di animazione (eventi, manifestazioni, etc.) e costi divulgazione (materiale divulgativo, materiale pubblicitario etc.);
acquisto o leasing di beni strumentali strettamente connessi alla realizzazione del progetto di cooperazione (mobili, attrezzature d’ufficio, hardware e software).
Sono, inoltre, ammissibili i seguenti costi diretti in quanto strettamente funzionali e correlati alla realizzazione di specifici progetti legati all’attuazione del Piano di Cooperazione.
In particolare sono ammissibili le voci di spesa:

costruzione, acquisizione, miglioramento di beni immobili (opere edili e relativa impiantistica);
acquisto ex novo di macchinari e attrezzature;
investimenti immateriali quali programmi informatici, brevetti, licenze e marchi commerciali a condizione che siano strettamente collegati all’intervento;
spese generali collegate agli investimenti
Entità e forma dell’agevolazione
Ciascun progetto di cooperazione, comprensivo dell’investimento, potrà essere sostenuto con un contributo pubblico massimo di euro 200.000,00, corrispondente ad una aliquota di sostegno pubblico dell’80%.

La dotazione finanziaria è pari ad euro 2.500.000,00.

Scadenza
23 aprile 2018

Mia Immagine

     

Rispondi