POR FESR 2014/2020. MISURA 3.4.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 30% PER PROGETTI DI PROMOZIONE DELL’EXPORT E PER LA PARTECIPAZIONE AD EVENTI FIERISTICI.

Mia Immagine

Mia Immagine

POR FESR 2014/2020. MISURA 3.4.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 30% PER PROGETTI DI PROMOZIONE DELL’EXPORT E PER LA PARTECIPAZIONE AD EVENTI FIERISTICI.

Il bando supporta progetti realizzati da piccole e medie imprese per la realizzazione di un progetto costituito da almeno 3 fiere di qualifica internazionale o nazionale svolte in paesi esteri.
Ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo.
In particolare, in coerenza con la disciplina comunitaria in materia di Aiuti di Stato a PMI per servizi di consulenza e per la partecipazione alle fiere, sono finanziabili progetti che prevedono le seguenti attività:

Partecipazione come espositori ad almeno 3 fiere esclusivamente all’estero con qualifica internazionale o nazionale. L’impresa può prevedere, in sostituzione della partecipazione a una fiera, l’adesione ad un evento promozionale all’estero, come per esempio: forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room.
Servizi di consulenza prestati da consulenti esterni: cioè servizi prestati da consulenti (non dipendenti dall’impresa o non soci o amministratori della medesima impresa o di società ad essa collegate o associate) finalizzati a:
Ottenere certificazioni per l’export (certificazioni di prodotto o aziendali necessarie all’esportazione sui mercati internazionali indicati dal progetto);
Ottenere la registrazione dei propri marchi sui mercati internazionali indicati dal progetto;
Ricercare potenziali clienti o distributori e assistere l’impresa nella realizzazione di incontri d’affari contestualmente alle partecipazioni fieristiche.
SOGGETTI BENEFICIARI
Possono fare domanda le imprese le imprese di micro, piccola e media dimensione aventi sede legale o unità operativa in Regione Emilia-Romagna, e in possesso dei seguenti requisiti:

essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio entro la data di presentazione della domanda;
esercitare attività industriale di produzione di beni e servizi iscritti alla camera di commercio;
appartenere ai settori di attività economica ammissibili e desumibili dai dati di iscrizione presso la competente Camera di commercio (si considereranno sia i codici primari che i codici secondari di attività);
possedere i requisiti (parametri dimensionali e caratteri di autonomia) di piccola e media impresa;
essere attive da almeno due anni (cioè risultare attiva da una data non successiva al 31/12/2016) e non essere sottoposte a procedure di liquidazione, fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o altre procedure concorsuali al momento della presentazione della domanda;
essere in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi e con la normativa antimafia;
non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà;
non essere stato oggetto nei precedenti tre anni di procedimenti amministrativi connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche, per carenza dei requisiti essenziali, o per irregolarità della documentazione prodotta per cause imputabili all’azienda e non sanabili.
TIPOLOGIA DI SPESA AMMISSIBILE
I costi devono riferirsi ad attività avviate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo (che corrisponde alla data di inizio del progetto) e concluse entro il 31/12/2019.
Tutte le spese relative al progetto devono essere fatturate con data a partire dalla data di inizio del progetto (data di presentazione della domanda) ed entro il 31/12/2019.
Le spese dovranno essere interamente sostenute (quietanziate) entro la data di presentazione della rendicontazione di progetto, fissata al 28/02/2020.
Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

il costo dell’area espositiva, della progettazione dello stand e del suo allestimento e gestione;
il costo di hostess e interpreti/traduttori;
le spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers e per l’organizzazione di incontri di affari da realizzare nel contesto fieristico;
le spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione e alla protezione del marchio nei mercati in cui si realizzeranno gli eventi o fiere individuate nel progetto.
ENTITÀ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE
Le risorse disponibili per finanziare i progetti sono pari ad € 4.370.000,00.

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili.
Il contributo regionale non potrà comunque superare il valore di Euro 30.000,00.
Per le reti di impresa il contributo massimo concedibile è calcolato nella misura massima del 30% delle spese ammissibili, nel limite di Euro 30.000,00 per ogni impresa della Rete, fino a un massimo di Euro 120.000,00 per progetto.

SCADENZA
Le domande potranno essere presentate a partire dal 20 giugno 2018 e fino al 27 luglio 2018.

Mia Immagine

Mia Immagine

Rispondi