Il commovente addio del Governatore Maurizio Fugatti ad Enzo Erminio Boso

  

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

 

Caro Enzo, in questa giornata che ti ha portato via per sempre non ho avuto il tempo di fermarmi a scrivere.

O forse non ho voluto trovarlo il tempo, perché era troppo difficile accettare la realtà.

Ma ora, a fine giornata, sono costretto a fermarmi.

E fermandomi non posso evitare di vedere le cose per quelle che sono.

Te ne sei andato improvvisamente, quasi bruscamente, come erano anche un po’ i tuoi modi.

Te ne sei andato colpito da un male che già ci aveva provato altre due volte in passato, ma stavolta, la terza volta, ti è stato fatale.

Te ne sei andato nella tua baita, allo Spiado, lassù dove i sogni di libertà ti avevano portato nel tempo. “Perché chi viene allo Spiado – mi dissi tu la prima volta che venni lassù tanti anni fa – sente l’aria della libertà”.

Su quel sasso posto dietro alla baita dove vivevi, ancora oggi ci sono i segni di quasi 30 anni di storia politica della Lega.

Sulle bandiere che sventolano forti davanti alla baita c’è la speranza di chi come te ha lottato per l’autonomia, l’indipendenza e l’autogoverno.

All’entrata della baita, sullo stipite della porta, nel rame è impresso l’anno 1996, che è l’anno della grande manifestazione della libertà della Lega a Venezia.

Con te se ne va per me un amico sincero.

Se ne va una presenza costante, quasi quotidiana, fatta di telefonate dove tra qualche cazzata e l’altra si parlava sempre e comunque di politica.

Si parlava di Lega del Trentino. Si parlava di Lega Nazionale.

Si parlava del futuro del Trentino, sia quando eravamo alla opposizione e sia oggi che siamo al governo.

Il confronto quotidiano con te era per me diventato il momento dove capire che fare quando le scelte non erano semplici. E dove capire se stavo, o stavamo, facendo giusto o sbagliato.

Sarà difficile ora per me e per la Lega del Trentino, trovarsi a fare una scelta e non avere le “spalle coperte” dal consiglio di Boso.

Consiglio sempre disinteressato e mai personale. Consiglio sempre schietto e trasparente.

Grazie per tutto quello che ci hai dato e mi hai dato. Grazie per esserci stato nei momenti difficili, per essere stato al mio fianco quando non tutto era scontato.

“Schiena dritta nei momenti difficili, e corda lunga con chi non capisce” mi dicevi.

Ciao Enzo. Ora cerca la autonomia e la libertà da lassù.

Maurizio Fugatti

L’articolo Il commovente addio del Governatore Maurizio Fugatti ad Enzo Erminio Boso proviene da La voce del Trentino.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

   
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: