Buongiorno a tutti. Questo è il mio primo post ufficiale sul forum nonostante vi segua da diversi anni e abbia trovato molte risposte ai miei numerosi dubbi in merito al mondo della finanza (di cui ne faccio ormai parte ).
La questione è una delle più importante e onerose della vita: il mutuo per la prima casa. Specifico la mia situazione lavorativa in modo da avere un quadro completo.

Ho 25 anni, assunto da Settembre 2016 con contratto a tempo indeterminato. RAL (compreso 13esima e bonus) circa 30,300€. Stipendio mensile base (senza straordinari, rimborsi, etc..): 1,540€

Vorrei comprare la mia prima casa, accendendo un mutuo dell’80% su un immobile del valore di 145,000€ quindi di importo 115,000€ circa, tasso fisso a 25 anni. Avrei a disposizione come garante un mio genitore, dirigente pubblico con stipendio netto di circa 3,000€/mese. Ho solamente un finanziamento attualmente attivo con rata mensile di 145€.

Escludendo l’importo dell’anticipo e delle spese di acquisto (già disponibili), le simulazioni online mi portano ad una rata minima di circa 480€/mese con TAEG intorno al 2.02%

Supponendo questa situazione economica, pensate vi siano buone possibilità di poter ottenere/sostenere un mutuo del genere? Il tasso fornito nei simulatori online deve comunque essere aumentato per una situazione del genere?

Essendo alle prime armi in questioni mutuo, ogni consiglio/commento è ben accetto!

Grazie in anticipo