Rete #adessonews

Covid-19 – Pmi e partite Iva, cosa fare per avere le agevolazioni in banca.

– Le aperture di crediti sino a revoca e i prestiti accordati per anticipi su crediti in essere alla data del 29 febbraio 2020 o quelli in essere alla data di pubblicazione del decreto (17 marzo 2020), se superiori, non possono essere revocati neanche in parte (sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata), fino al 30 settembre 2020;

– Il rimborso dei prestiti non rateali che scadono prima del 30 settembre 2020 è posticipato, senza alcuna formalità, al 30 settembre 2020, alle medesime condizioni. Eventuali elementi accessori al contratto di finanziamento sono prorogati coerentemente senza formalità. Come precisato dalla relazione illustrativa al decreto, la restituzione dei predetti prestiti avviene con modalità che non risultino in ulteriori oneri né per gli intermediari né per le imprese;

– Il pagamento delle rate o dei canoni di leasing relativi ai mutui e altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020. Sono comprese nella sospensioni anche le rate che scadono il 30 settembre. Il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri sia per gli intermediari sia per le imprese. È facoltà delle imprese richiedere la sospensione del pagamento dell’intera rata o soltanto dei rimborsi in conto capitale.

Chi ha diritto alle agevolazioni

Possono accedere alle citate misure le micro, piccole e medie imprese (Pmi), con sede in Italia, appartenenti a tutti i settori, che hanno subito in via temporanea carenze di liquidità per effetto dell’epidemia. Hanno diritto alle misure anche i lavoratori autonomi titolari di partita Iva, come professionisti e ditte individuali.

Per accedere alle misure, l’impresa deve essere in bonis, vale a dire – come precisato dal Ministero – che non deve avere posizioni debitorie classificate come esposizioni deteriorate, ripartite nelle categorie sofferenze, inadempienze probabili, esposizioni scadute e/o sconfinanti deteriorate. In particolare, non deve avere rate scadute (ossia non pagate o pagate solo parzialmente) da più di 90 giorni.

Finanziamenti - Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

 

Come fare per accedere alle misure

I soggetti che intendono accedere alle citate misure devono presentare dalla data di entrata in vigore del decreto-legge alla propria banca/intermediario finanziario una specifica.

Siamo a disposizioni per ulteriori informazioni  e/o inoltro delle richieste

 

L’articolo Covid-19 – Pmi e partite Iva, cosa fare per avere le agevolazioni in banca. proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Powered by WPeMatico

L’articolo Covid-19 – Pmi e partite Iva, cosa fare per avere le agevolazioni in banca. proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Finanziamenti - Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Powered by WPeMatico

L'articolo Covid-19 – Pmi e partite Iva, cosa fare per avere le agevolazioni in banca. proviene da #adessonews #italagevolazioni Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Finanziamenti - Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell'articolo.

Per richiedere la rimozione dell'articolo clicca qui

Open chat
1
Ciao posso aiutarti?
Finanziamenti e agevolazioni personali e aziendali.
Utilizza questa chat per richiedere informazioni o l'attivazione di un finanziamento e/o agevolazione.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: