Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze per acquisto immobili all’asta

Esegui una nuova ricerca

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni finsubito
Agevolazioni-Finanziamenti
Immobili
landing microcredito
video news dalla rete


Nel giorno in cui in commissione Affari Costituzionali del Senato si apre il fuoco di fila dei contrari all’autonomia, dalla Cgil a Svimez passando per i dubbi di Anci e la sola, sparuta, apertura della Cisl, il presidente del Veneto Luca Zaia non molla la prima linea e spiega perché gli ultimi attacchi alla riforma siano, parole sue, «gli ultimi colpi di coda del brontosauro». 

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze per acquisto immobili all’asta

Presidente, la Commissione Ue paventa un ulteriore dissesto dei conti pubblici se i Lep verranno applicati… 
«Se l’aumento della spesa pubblica passa attraverso la definizione dei Lep (livelli essenziali di prestazione ndr), vuol dire che qualcosa nella spesa pubblica non funziona. I Lep sono un fatto di civiltà e vanno garantiti i diritti sociali e civili ai cittadini quindi è giusto che da Campione d’Italia a Canicattì tutti devono essere, ad esempio, curati nella stessa maniera. Dopodiché i Lep e l’autonomia sono, potremmo dire, il cavallo di Troia per scovare le inefficienze del Paese. È questo che non hanno capito alcuni: se si va a regime con l’autonomia e con i Lep, in linea teorica dovremmo andare in linea anche con l’efficienza. Poi, per carità, di innamorati del centralismo medievale ce ne sono tanti in giro».

 I Lep sono stati richiesti soprattutto dal Sud, lei sta dicendo che potrebbero trasformarsi in un boomerang per il Mezzogiorno? 
«L’ho dichiarato sin dal primo giorno, i Lep per noi vanno benissimo. Però sia chiaro che una volta definiti dovrà essere obbligatorio applicarli. Perché ho l’impressione che più di qualcuno sia convinto di fare un affare con i Lep. Poi quando scoprirà che il problema della mancanza di erogazione di un livello essenziale di prestazione non dipende dai soldi ma dall’inefficienza della macchina che li gestisce saranno cavoli amari. Diciamola così, per me i Lep sono una scelta di civiltà ma per qualcuno sono stati il grimaldello per bloccare l’autonomia». 

Perché i Lep a suo avviso non mettono a repentaglio i conti del Paese? 
«A me non risulta sia competenza dell’Europa occuparsi dei diritti costituzionali di un Paese. Se fossimo negli anni Sessanta la Ue muoverebbe un appunto sulla carenza di traffico per l’Autostrada del Sole appena terminata? Spesso sono i tecnici europei a parlare, ma nessuno li ha eletti e non rappresentano nessuno. A ogni buon conto, ci piacerebbe avere nome e cognome di chi ha scritto questa raccomandazione sull’autonomia. Anzi, invito i tecnici Ue a un dibattito pubblico con i nostri esperti. Offro Palazzo Ducale per questo incontro se vengono a spiegarci le loro ragioni contro l’autonomia. Siamo seri, è vergognoso leggere documenti come quelli usciti in questi giorni. E, devo dire, il caso più imbarazzante resta la bozza non verificata del Servizio di Bilancio del Senato che cita come unica fonte una realtà privata, seppur rispettabile, senza alcuna altra voce (il riferimento è alla Fondazione Gimbe ndr)». 

Su quante materie si applicheranno i Lep? 
«Questo è un falso problema. Quando l’Europa lega i Lep a un ipotetico dissesto di bilancio non si rende conto che le materie “leppizzabili” sono quattro in tutto: sanità che ha già i Lea e su questi ci siamo, sociale, trasporto pubblico e scuola. Le materie che vertono su diritti civili e sociali da garantire su tutto il territorio nazionale. I Lep, sa, sono uno dei tanti “sì” che abbiamo detto per andare avanti così come la legge quadro, la gradualità delle materie. Proprio per questo, non ci possono rispondere con relazioni che non hanno neppure un nome e un cognome…cerchiamo di essere seri dato l’argomento».

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze per acquisto immobili all’asta

 Che clima ha respirato in Senato durante la sua audizione in commissione martedì?
 «Ottimo ma dovremmo spiegare che l’autonomia è il federalismo. Chiederò di ribattezzarla “riforma federalista dello Stato” così magari qualcuno guarirà dall’orticaria grammaticale di cui pare esserci un’epidemia». 

Ancora convinto che l’autonomia arriverà? 
«Assolutamente. L’unico scenario alternativo è che il parlamento bocci la legge, ma a quel punto si aprirebbero decisamente altri problemi in Italia».

Source link






Source link

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze