Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


In che cosa consiste il nuovo condono edilizio 2024, quale sono le norme e le regole che verranno inserite nel Decreto Salva casa? Sarà possibile sanare anche le piccole difformità.

E’ sicuramente un argomento di cui si sente parlare ormai da diverso tempo, ma che solo in queste ore sta prendendo piede per diventare una realtà a tutti gli effetti.

Condono edilizio
Condono edilizio

Partiamo da un presupposto, si tratta di un vero e proprio piano casa che ha come scopo quello di andare a sanare tutte le eventuali difformità, che negli anni sono state trascurate. Insomma una messa in regola di dettagli che però non incidono sulla struttura dell’edificio, sia per interno che per esterno. Tra questi:

  • installazione di tende esterne;
  • tramezzi;
  • soppalchi;
  • ampliamento di finestre.

Per potere ottenere questa sanatoria, ognuno di coloro che ne farà richiesta, dovrà pagare una sanzione che è: “Pari al doppio dell’aumento del valore venale dell’immobile conseguente alla realizzazione degli interventi, in misura compresa tra 1.032 euro e 30.984 euro” questo riporta la bozza del Consiglio dei Ministri, la stessa che nella giornata di oggi 24 Maggio, verrà esaminata e approvata, per essere poi disponibile nella sezione Misure urgenti in materia di semplificazione edilizia e urbanistica“. E’ un decreto che ha fortemente combattuto per rendere realtà il Ministro dell’Infrastrutture, Matteo Salvini.

Ma entriamo nel dettaglio per capire qualche cosa di più.

Condono edilizio: che cosa potrà essere effettivamente sanato?

Una volta capito di che cosa stiamo parlando, possiamo entrare nel dettaglio della questione per capire, dopo la richiesta, che cosa potrà essere effettivamente sanato e quindi di fatto messo in regola.

Condono edilizio
Condono edilizio
  • Tolleranze costruttive: tutti gli interventi che sono stati realizzati entro il 24 Maggio 2024 tra cui il mancato rispetto dell’altezza, dei distacchi, della cubatura, della superficie coperta e di ogni altro parametro delle singole unità immobiliari, non saranno in alcun modo considerati violazione edilizia. A questi appena citati, tra le tolleranze edilizie, realizzate entro il 24 Maggio 2024, si aggiungono anche: la non realizzazione di elementi architettonici non strutturali, tutte le eventuali irregolarità esecutive su i muri esterni ed interni e una eventuale diversa posizione delle aperture interne. Ancora: la diversa esecuzione di opere rientranti nella nozione di manutenzione ordinaria, i possibili errori progettuali che sono stati poi corretti nel cantiere e gli errori materiali di rappresentazione progettuale delle opere.
  • Interventi di parziale difformità: un altro punto di cui tenere conto è proprio questo. Con il nuovo decreto, la sanatoria per questo tipo di intervento non sarà più effettuato con il principio della doppia conformità, ma per renderlo effettivo basterà avere la sola conformità dell’intervento rispetto alle varie norme urbanistiche al momento della domanda e a quelle che riguardano l’edilizia nel momento della realizzazione. Per potere presentare la domanda, si dovrà interpellare lo sportello unico edilizia.
  • Cambi di destinazione d’uso: per finire si andrà a modificare l’articolo 23-ter del Testo Unico Edilizia, un particolare che permette il cambio senza la presenza di opere all’interno dell’edificio.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui