Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


1.

Qonto

  • Prestito per PMI: fino a 6 milioni di euro
  • Prestito per professionisti: fino a 100.000 euro
  • Durata del prestito: 36-120 mesi
  • Tasso d’interesse: 3-12%
  • 100% online

Conto con finanziamento

2.

Tot

  • Canone mensile: da 7€ +IVA
  • Prestito per PMI: da 50.000 a 6 milioni di euro
  • Prestito per professionisti: fino a 50.000 euro
  • Esito in 72 ore
  • Durata del prestito: fino a 120 mesi
  • 30 giorni di prova gratis

Conto con finanziamento

3.

Compass

  • Prestito per aziende: da 15.000 a 50.000 euro
  • Durata del prestito: da 24 a 84 mesi
  • TAN massimo: 12,75%
  • TAEG massimo: 14,67%
  • Online o in filiale

Preventivo online o in filiale

4.

X Instant Banca AideXa

  • Prestito per aziende: da 5.000 a 1.000.000 euro
  • Durata del prestito: da 12 a 60 mesi
  • Ottieni il denaro anche in 15 giorni
  • 4 linee di prestiti e finanziamenti

Finanziamenti entro pochi giorni

5.

MrFinan

  • Prestito per aziende: da 100 a 75.000 euro
  • Durata del prestito: fino a 84 mesi
  • Online in 24 ore

Preventivo gratuito

Migliori prestiti business a confronto

Oggi, l’offerta online dei prestiti per aziende è ampia, con numerose banche e finanziarie che permettono di effettuare la domanda direttamente sul web, comodamente dall’ufficio, oppure con l’opzione di rivolgersi a un consulente in sede. Nella tabella seguente abbiamo riportato la classifica dei finanziamenti per imprese più richiesti in Italia, sia per ottenere una liquidità immediata, sia per un investimento.

Per il confronto sono stati presi in esame i seguenti parametri:

  • tipologia di sottoscrizione: direttamente online oppure con assistenza di un consulente;
  • simulazione del prestito: è un tool presente sul web che ti permette di valutare in pochi minuti i costi e il piano di ammortamento del prestito;
  • presenza di garanzie: abbiamo valutato se viene richiesto un piano di sviluppo di un progetto o la presenza della firma di un garante o di ipoteche immobiliari;
  • importo accessibile: è stata analizzata la somma che puoi richiedere ai fini di liquidità;
  • velocità dell’istruttoria: tempistiche richieste per ottenere il prestito;
  • costi: percentuale di TAN e TAG.

Compass Business

Compass logoCompass logo

La società Compass è tra le finanziarie che hanno saputo combinare esperienza con un’offerta ampia di prestiti ai privati e alle imprese. Infatti, nasce nel 1960 con la compartecipazione di Banco BPM per il 39% e di Crédit Agricole per il 61%, come sistema integrativo per semplificare l’acceso al credito.

Nel 2015, Compass è diventa un banca finanziaria indipendente riconosciuta dalla Banca d’Italia. Oggi, sono presenti più di 300 filiali in cui puoi richiedere un prestito, oltre alla possibilità di effettuare l’operazione online. In ambito imprenditoriale, e in particolare per le PMI, puoi valutare di richiedere il prestito Business Compass.

Puoi ottenere una somma da un minimo di 15.000€ a un massimo di 50.000€, con un TAN massimo al 12,75% e un TAEG che può arrivare al 14,67%. È un prestito per le aziende per liquidità, quindi non viene richiesto un piano di investimento, o di fornire garanzie aggiuntive, come l’accensione di un’ipoteca.

La procedura di richiesta prevede una prenotazione online e la sottoscrizione del contratto con la consegna dei documenti in sede. Ecco cosa è necessario:

  • Modello Unico per le ditte individuali;
  • bilancio dell’ultimo esercizio per le società, con presentazione telematica di consegna all’Agenzia delle Entrate;
  • visura camerale;
  • documento dell’amministratore o facente funzioni.

Per quanto riguarda la tempistica di istruttoria, se sono presenti tutti i documenti e non vi sono segnalazioni al CRIF, potrai ottenere il prestito dalle 48 ore alle 72 ore dalla sottoscrizione del contratto.

Prestiti Banca AideXa

Logo Banca AideXaLogo Banca AideXa

Altra soluzione per richiedere un prestito business online è quella di rivolgerti alla Banca AideXa, un istituto di credito riconosciuto dalla Banca d’Italia e completamente Made in Italy.

Infatti, è un’idea sviluppata da Roberto Nicastro e Federico Sforza, due imprenditori specializzati nel fintech, per creare un sistema innovativo, semplificando le attività economiche delle PMI, grazie al supporto di un’intelligenza artificiale.

Con AideXa puoi aprire un conto corrente aziendale remunerato, investire i tuoi soldi in un conto deposito e richiedere un prestito direttamente online con una procedura che dura solo 3 minuti, ottenendo una risposta di fattibilità in meno di un’ora. Inoltre, dal momento in cui firmi il contratto, l’istruttoria richiede massimo 2/5 giorni per l’accredito dei fondi sul tuo conto.

L’offerta di prestiti AideXa si adatta perfettamente a tutte le PMI grazie alla presenza di 4 tipologie di prestiti che puoi richiedere se hai aperto un conto corrente AideXa:

  1. X Istant: puoi ottenere dai 10.000€ ai 100.000€ con un piano di ammortamento di 12 mesi se possiedi un’attività con un fatturato, nell’esercizio precedente, di minimo 100.000€;
  2. X Garantito Mini: l’importo massimo è fino ai 25.000€, suddivisibile in un piano di ammortamento di 24 mesi e rivolto alle attività d’impresa che hanno fatturato un minimo di 50.000€;
  3. X Garantito: puoi chiedere dai 10.000€ ai 300.000€ se hai un’impresa con un fatturato di 100.000€ e con l’accesso a un piano di ammortamento a tasso fisso fino a 24 rate;
  4. X Garantito Extra: un prestito rivolto a chi ha un volume di affari elevato, superiore a 1,5 miliardi, e con la possibilità di richiedere fino a 1.000.000€.

MrFinan: il prestito su misura

mrfinanmrfinan

MrFinan offre un servizio di comparazione e accesso ai prestiti su misura senza scartoffie: in qualche click è possibile ottenere denaro in modo semplice fino a 75.000 euro. Questa piattaforma online italiana garantisce prestiti specifici in base alle necessità: per una liquidità personale, per saldare dei debiti, per comprare un’automobile o un immobile, per sostenere delle spese di ristrutturazione, per motivi di studio, viaggio o per spese mediche.

Questo servizio rende semplice l’accesso a prestiti personalizzati anche alle imprese, che possono procedere scegliendo l’importo desiderato, accedendo all’opzione migliore tra quelle disponibili. Bisogna tenere presente che il limite massimo è fissato a 75.000 euro, con rimborso massimo in 7 anni, per cui questa soluzione può essere particolarmente conveniente per le PMI o per le startup. La piattaforma è gratuita al 100%.

Il servizio è totalmente fruibile online, senza dover fare code presso uffici bancari o procedere con documentazione cartacea. MrFinan offre anche consulenza nella compilazione del form online per inserire la richiesta, consigliando le migliori soluzioni per le esigenze specifiche. Uno dei vantaggi di questo servizio è quello di ottenere un prestito in modo veloce: le risposte infatti sono immediate.


Prestiti per aziende online: cosa sono

I prestiti per le imprese o anche conosciuti comunemente come prestiti business, sono finanziamenti al consumo simili a quelli per privati, sviluppati per semplificare l’accesso al credito alle PMI. Si dividono in due categorie:

  • prestiti aziende per liquidità (non finalizzati);
  • prestiti business finalizzati.

Infatti, se hai aperto partita IVA puoi richiedere una somma di denaro da utilizzare liberamente (non finalizzata), per affrontare una spesa improvvisa, oppure investire nella tua azienda. Quindi avrai piena libertà di utilizzare il denaro ricevuto per l’acquisto di materiali, tecnologie o ristrutturare i locali.

prestiti alle impreseprestiti alle imprese

Inoltre, puoi anche optare per un finanziamento finalizzato all’acquisto di un preciso bene o di un servizio, come un’auto, un veicolo commerciale oppure un brevetto. In questo caso i soldi che otterrai dovranno essere spesi solo ed esclusivamente per l’attività indicata al momento della richiesta.

I prestiti per le aziende sono un valido supporto per mantenere alta la competitività, oltre a permettere la creazione di nuove attività. Ciò ha portato sempre più banche ed istituti di credito a presentare un’offerta diversificata.

Prestiti per aziende in difficoltà o appena aperte

Un prestito business prevede una restituzione in base a un piano di ammortamento, con un numero di rate variabili. Sulla somma ottenuta si applica un TAN (Tasso Annuale Fisso) e un TAEG (Tasso annuale complessivo).

Gli importi richiedibili prevedono delle somme più elevate, rispetto ai prestiti ai privati, da un minimo di 10.000€ fino a un massimo di 100.000/300.000€. Tuttavia, vi sono alcune tipologie di prestiti, come quelli a fondo perduto o per sostegno alle imprese in difficoltà, che possono prevedere degli importi anche maggiori in proporzione al fatturato annuo.  

La procedura è simile a quella per i finanziamenti ai privati per ciò che riguarda i requisiti. Infatti, per richiedere un prestito business generalmente è necessario:

  • dimostrare che l’attività si svolge almeno da 12 mesi;
  • presentare un business plan;
  • eventuali preventivi di spesa;
  • consegnare la documentazione reddituale degli esercizi precedenti.

Tranne che per le imprese neocostituite come le start-up, per ottenere un finanziamento è necessaria una cronistoria dell’attività di almeno un anno.

In alcuni casi le banche o le finanziarie richiedono anche un business plan o un piano di investimento in cui giustificare l’utilizzo del denaro, ad esempio, per la modernizzazione della società o per il potenziamento tecnologico.

In questo caso diventa essenziale presentare anche i preventivi di spesa che dimostrino l’impiego che dovrai fare del denaro. Tuttavia, non è una regola fissa, dato che alcune finanziarie o banche non prevedono questa documentazione, soprattutto se effettui una richiesta di liquidità, semplificando il processo di istruttoria.

Requisiti creditizi

L’altro requisito essenziale per ottenere un prestito è la capacità della tua impresa di far fronte al pagamento della rata prevista dal piano di ammortamento. I requisiti creditizi sono essenziali al fine di velocizzare i tempi di istruttoria. Infatti, gli istituti di credito effettueranno una doppia verifica:

  1. capacità reddituale della tua impresa;
  2. presenza di segnalazioni al CRIF o alla Banca d’Italia.

Per dimostrare la tua capacità creditizia è generalmente necessario portare i seguenti documenti:

  • bilancio dell’ultimo anno o degli ultimi due esercizi per le società di capitali;
  • per le attività che non prevedono l’obbligo di pubblicazione del bilancio, come le ditte individuali e le società di persone, puoi allegare il Modello Unico;
  • versamento con il modello F24 per quanto riguarda il pagamento delle tasse.

Infine, diventa essenziale che non siano presenti segnalazioni della tua società alla Centrale Rischi Interbancaria (CRIF), oppure protesti o pignoramenti in Banca d’Italia.

Quasi sempre, non vengono richieste altre garanzie reali, come l’accensione di una ipoteca su un bene immobile, oppure la richiesta di un prestito con garante.

In ogni caso, prima di richiedere un finanziamento business, può essere utile farsi affiancare da uno studio di commercialisti. In questo modo puoi valutare quale può essere la soluzione migliore per la tua attività aziendale dal punto di vista dei costi e per gli importi, oltre a presentare una cronistoria bancaria dettagliata che semplificherà il processo di istruttoria.

Prestiti bancari con garanzia dello Stato

In un mercato Europeo sempre più interconnesso, l’importanza di accedere al credito diventa essenziale, soprattutto per alcune categorie di imprese che hanno un ruolo strategico in ambito nazionale, oppure ad alto contenuto tecnologico.

In questo contesto sono stati previsti appositi prestiti per le imprese agricole, oppure le attività innovative come le start-up, con un sistema che tende a semplificare l’accesso alla liquidità, oltre a prevedere degli interessi agevolati. Ecco quali sono le possibilità previste in Italia:

  • prestiti bancari con garanzia dello Stato;
  • prestiti per le aziende in difficoltà;
  • bandi a fondo perduto;
  • Fondo Nazionale Innovazione.

I prestiti bancari con garanzia dello Stato sono soluzioni in cui ti rivolgerai a una banca al fine di ottenere un finanziamento, con condizioni agevolate grazie alla presenza dello Stato italiano, che farà da garante. Tra le possibilità che prevedono questa combinazione di sistema vi sono i prestiti per le PMI di UniCredit, con un importo che varia fino al 75% del fatturato ottenuto nell’esercizio precedente.

L’altra opportunità è il prestito Neoimpresa di Intesa Sanpaolo: puoi richiedere fino a 100.000€ con un TAN dall’8,2% e un TAEG dal 9,24. In queta categoria si fanno rientrare anche i prestiti garantiti dalla Stato per le aziende in difficoltà collegate all’aumento dell’inflazione per la guerra in Ucraina o all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Prestiti per aziende a fondo perduto e sistemi di venture capital

Altra alternativa è quella di richiedere un finanziamento a fondo perduto, partecipando a uno dei bandi regionali oppure a quelli nazionali previsti da Invitalia.

Sono prestiti rivolti a diverse categorie di imprese, da quelle settoriali, come le attività agricole e del turismo, alle PMI che necessitano di un supporto per la formazione e la crescita. In questo caso, le tempistiche sono più lunghe, dato che sarà necessario aspettare il bando pubblico, presentare un progetto e attendere la sua valutazione.

Invece, per le imprese ad alto contenuto tecnologico come le start-up o le PMI innovative, puoi valutare soluzioni alternative che si basano sul sistema di venture capital, con l’intervento di società esterne private e pubbliche che investono nella tua azienda.

Per accedere a questa soluzione oggi è presente il Fondo Nazionale Innovazione, oppure puoi richiedere il supporto di un’incubatore di start-up.

Banca/Finanziaria Costo Importo Richiesta
Compass Business TAN fino a un massimo del 12,75% – TAEG max 14,67% Dai 15.000€ ai 50.000€ Fissare un appuntamento online e sottoscrizione in sede
AideXa TAN dal 10% 10.000€ ai 100.000€ Online
MrFinan TAN fino a un massimo del 12,8% – TAEG max 16,4% Da 100 a 75.000€ Online
UniCredit con garanzia dello Stato Variabili in base all’importo In rapporto al fatturato In sede
Intesa Sanpaolo Neoimpresa TAN 8,2% – TAEG dal 9,24% 100.000€ In sede

Prestiti per aziende – Domande frequenti

Cos’è un prestito aziendale?

Un prestito aziendale è un finanziamento finalizzato o non finalizzato, attraverso cui puoi richiedere una somma di denaro per la tua attività d’impresa da restituire secondo un piano di ammortamento.

Come avere un prestito business per un’attività?

Per ottenere un prestito business, la tua attività deve possedere una serie di requisiti reddituali e in alcuni casi presentare una specifica documentazione, oltre a garanzie reali.

Dove richiedere un prestito aziendale?

Le offerte per la richiesta di un prestito aziendale sono diverse.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui