Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Ancora una volta a parlare di Superbonus. Il governo italiano torna ancora una volta sul tema del Superbonus, con delle modifiche che in teoria potrebbero favorire i contribuenti. La discussione tra i ministri, onorevoli Giancarlo Giorgetti e Antonio Tajani, ha occupato i media delle ultime giornate, ma la sostanza della modifica è che il periodo di detrazione della agevolazione passa da 4 a 10 anni.
Insomma, i crediti d’imposta derivanti da cessioni o da sconti in fattura rimangono recuperabili in 4-5 anni. Federica Brancaccio, Presidente dell’Ance, cioè l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, sottolinea che questo potrebbe agevolare e avvantaggiare i contribuenti con una minore capienza fiscale. Tuttavia, dal 2025, i debiti per i contributi previdenziali non saranno ponibili in compensazione, disincentivando le banche dall’acquistare ulteriori crediti.

Insomma, Giorgetti mira a favorire l’uso dei bonus come detrazione diretta. Questo avviene dopo che un decreto legge di 40 giorni fa aveva già introdotto delle restrizioni sulle cessioni e compensazioni dei crediti, mostrando anche una certa incoerenza da parte del governo. Il superbonus è stato progettato senza limiti di risorse e senza controlli adeguati, creando quindi una pesante ipoteca sulle finanze pubbliche.
L’eredità di uno dei peggiori governi della storia repubblicana, cioè il governo Conte, Conte II in particolare, ha ulteriormente complicato la situazione. Nel 2023 la spesa prevista fu superata di oltre 50 miliardi di euro evidenziando le difficoltà del controllo del fenomeno avviato già dal governo Conte. Insomma una politica di bilancio espansiva è necessaria ma il super bonus non può dominare le scelte economiche di uno Stato che ha un PIL annuo di circa 2.000miliardi di euro e un rapporto debito PIL di circa il 137%. Insomma, ancora una volta si capisce, ma io sono anni che lo dico, che drogare l’economia non ha senso. E purtroppo l’Europa e anche il governo italiano continuano a fare questo, a dire all’economia dove andare, cosa fare, cosa incentivare, cosa premiare.

È la volontà della politica di indirizzare l’economia a quello che hanno deciso altri, cioè i padroni, che di solito sono quelli della finanza. e non ho mai visto dei bonus, dei super bonus, delle leggi agevolate che producono vera ricchezza. Gli imprenditori sanno benissimo dove produrla e sanno benissimo che cosa farne e forse dovremmo fare una riflessione sul fatto che sarebbe meglio lasciare i soldi nelle loro tasche, cioè nelle loro aziende, per fare assunzione di personale e per fare sviluppare questo infelice paese.

Malvezzi Quotidiani – L’economia umanistica spiegata bene con Valerio Malvezzi



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui