Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


In tema di espropriazione forzata presso terzi, nei giudizi di opposizione esecutiva, si configura sempre litisconsorzio necessario tra il creditore, il debitore e il terzo pignorato. È quanto si legge nell’ordinanza della Cassazione del 14 aprile 2023, n. 10034.

R.V. propose opposizione ex art. 615, comma 2 c.p.c. avverso il pignoramento presso terzi notificatogli su istanza dell’ex coniuge per ottenere il pagamento della somma di euro 18.620,86, a titolo di mantenimento, giusta la sentenza di divorzio congiunto pronunciata dal Tribunale di Crotone.

Sospesa l’esecuzione, l’opposta introdusse il giudizio di merito.

Il Tribunale respinse l’opposizione dichiarando testualmente l’esistenza del diritto di procedere ad esecuzione forzata di BR in danno di RV sulla scorta della sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio.

La Corte d’Appello ha respinto il gravame del V. contro quella decisione.

Per la cassazione della sentenza ricorre il V.

La Suprema Corte, ancora prima di procedere allo scrutinio dei motivi, rileva che entrambi i gradi merito del giudizio risultano inficiati da una nullità processuale che è indispensabile in questa sede rilevare ex officio.

In particolare, il Collegio richiama il più recente orientamento giurisprudenziale che, superando l’orientamento contrario, ha sancito che, in tema di espropriazione forzata presso terzi, nei giudizi di opposizione esecutiva, si configura sempre litisconsorzio necessario tra il creditore, il debitore e il terzo pignorato.

Nell’opposizione de qua non risulta che il terzo pignorato sia mai stato coinvolto nell’opposizione esecutiva originariamente promossa dal V.

La non integrità originaria del contraddittorio è rilevabile d’ufficio anche per la prima volta in sede di legittimità e determina la cassazione con rinvio ex artt. 393, comma 3 e 354, c.p.c. al giudice di primo grado, per provvedere all’integrazione del contraddittorio.

La sentenza va, dunque, cassata con rinvio al Tribunale di Crotone in applicazione del seguente principio: in tema di espropriazione forzata presso terzi, nei giudizi di opposizione esecutiva, si configura sempre litisconsorzio necessario tra il creditore, il debitore e il terzo pignorato.

Esito:

Cassa con rinvio la sentenza n. 151/2020 della Corte d’Appello di Catanzaro, depositata il 6.2.2020.

Riferimenti normativi

Art. 354 c.p.c.

Art. 393 c.p.c.

Copyright © – Riproduzione riservata


Contenuto riservato agli abbonati


Abbonati a


1 anno
€ 118,90
€ 9,90 al mese


Abbonati a


Primi 3 mesi
€ 19,90
Poi € 35,90 ogni 3 mesi


 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui