Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


“La novità più interessante sul Codice della crisi d’impresa è il mutamento di ruoli tra soci e amministratori, in uno scambio osmotico tra profili di responsabilità, assunzione di scelte e attuazione di procedure. Il concetto innovativo introdotto dal CCI è che la società è ‘proprietà’ esclusiva dei soci, ma solo fino a che la stessa assolva regolarmente alle obbligazioni contratte con i creditori. Quando invece è molto concreto il rischio della perdita di continuità aziendale, gli amministratori devono preoccuparsi di proteggere anche i creditori e gli altri stakeholders, che, diversamente, in caso di processo di liquidazione giudiziale potrebbero subire perdite e vedere intaccate o addirittura azzerate le proprie pretese creditorie”. Lo afferma Gianluca Battaglia, consigliere dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli anticipando i temi della tavola rotonda “I crediti deteriorati e il codice della crisi” che si svolgerà nell’ambito del Napoli Npl Conference 2024, giunto alla terza edizione sulle “Recenti sviluppi nella gestione attiva dei crediti deteriorati e sub-performing: key players a confronto”, che si terrà oggi all’hotel Excelsior di Napoli.

“In questo scenario – ha aggiunto Battaglia – la gestione dei crediti deteriorati definiti non-performing loans (appunto Npl) è strategica in quanto è fondamentale incoraggiare lo sviluppo di mercati secondari dei crediti deteriorati all’interno dell’Unione europea, eliminando gli ostacoli posti a livello nazionale al trasferimento degli Npl, ma potenziando al tempo stesso gli strumenti a tutela dei diritti dei debitori ceduti.

Questo l’obiettivo ambizioso della Secondary Market Directive (Smd)adottata nel novembre 2021, che i singoli Stati avrebbero dovuto recepire entro la fine dello scorso anno, ma che l’Italia (in ritardo) si accinge a fare nei prossimi mesi.

La sfida del prossimo futuro quindi è proprio questa e i dottori commercialisti sono asse strategico e nevralgico per supportare sia il sistema creditizio sia il sistema giudiziario in uno strumento (quello del Codice della Crisi di Impresa) che agevola sempre più le definizioni stragiudiziali a quelle giudiziali pure”.

Mario de Bellis e Ugo Maria Chirico (promotori e membri del comitato scientifico del Napoli NPL Conference), sottolineano che “la terza edizione rappresenta la conferma che l’evento è ormai un appuntamento fisso per tutti gli operatori del settore per discutere e approfondire le tematiche e le novità del mondo dei crediti deteriorati.

Quest’anno l’evento – spiega la nota – si pone l’ambiziosa sfida di discutere e delineare gli scenari futuri nella gestione degli Npl, partendo da un’attenta analisi del mercato secondario e dell’importanza della valutazione dei crediti in fase di Stage 2. Il tutto senza dimenticare i riflessi che le scelte finanziarie hanno sull’economia reale ed in particolare sulle aziende, anche alla luce della recente riforma del codice della crisi d’impresa ed insolvenza. Protagonisti come sempre l’Università Federico II di Napoli e i principali stakholder del mondo bancario e finanziario italiano. L’appuntamento si pone, altresì, l’obiettivo di verificare lo stato di salute dell’industria degli Npl e dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale nel mondo delle legal factories e del recupero crediti, nonché dell’esecuzioni mobiliari ed immobiliari ad un anno dall’entrata in vigore della riforma Cartabia. Nel corso del convegno sarà distribuito un numero speciale della ‘Gazzetta Forense’ interamente dedicato al Napoli NPL Conference, con interventi e riflessioni degli esperti del mondo del recupero crediti bancari”.

All’incontro interverranno Maria Salerno (commissario straordinario della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli), Amedeo Arena (dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II), Katia Mariotti e Domenico Vinci (Infis npl investing), Alberto Sondri (Cribis), Luca Polverino (Iquera), Fabio Tavarelli (Bluefactor), Francesca Torino (Wibeats), Riccardo Marciò (Banco Desio), Biagio Giacalone (Intesa), Guido Crapanzano (EBA), Giuseppe Tiscione (Banca d’Italia), Roberto Vona (Università Federico II), (Marco Pugliese (magistrato), Antonio Nardone (ndio lex), Paolo Pannella (Assoadvisor), Alberto Patruno (Europa Investimenti), Antonio Blandini (Università Federico II), Daniel Astraud (Bnl Paribas), Gaetano Lattanzi (Banca Bhw, gruppo Deutsche Bank), Davide Magri (Cerved), Norman Pepe (ILS London), Piero De Nicolo (Credit Vision), Francesco Parisse (Intesa San Paolo), Antonello Senes (Justlex), Francesco Lombardo (Freshfield Bruckhaus Deringer), Elmelinda Mercurio (magistrato), Andrea D’Ambrosio (MFLaw) Renato Ciccarelli (Abilio), Andrea Acampa (Servizi Sicuri), Ginevra Roscioni (Prelios), Riccardo Genghini (notaio), Michele Cermele (imprenditore) e Gabriella Breno (Prelios Innovation).

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui