Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Si allarga l’inchiesta della Procura di Catanzaro, che ruota intorno alla distrazione di fondi regionali, al trasferimento della titolarità di un immobile da una società in dissesto economico ad un’altra, un terreno a Stalettì, nel Catanzarese, avente come dominus sempre la stessa persona. Oltre all’avvocato penalista Giancarlo Pittelli, di Catanzaro, destinatario di una misura cautelare agli arresti domiciliari, poi revocati dal Riesame, (all’epoca dei fatti amministratore di fatto e socio unico dell’At Alberghiera Turistica srl, nonché amministratore di fatto e socio fino al 6 giugno 2019 della Sarusi) e a sua moglie Caterina Concolino, (amministratore unico dell’At Alberghiera Turistica dal 14 aprile 2013 al 16 agosto 2018), (LEGGI) sono finiti sotto inchiesta  Francesco Saverio Nitti, di Lauria, (commercialista incaricato delle scritture contabili  dell’At Alberghiera e consigliere di Pittelli ); Salvatore Domenico Galati, di Vibo, (amministratore unico della At Alberghiera dal 17 gennaio 2006 al 9 gennaio 2013); Monica Albano, di Catanzaro, (amministrazione unico della società At Alberghiera dal 9 gennaio 2013 al 14 aprile); Rita Tirinato, di Catanzaro, (amministratore unico della Sarusi srl) Antonio Marchio, di Catanzaro, (liquidatore della società At Alberghiera) e Sebastiano Panzarella, di Lamezia Terme (in qualità di notaio rogante l’atto di compravendita). Nei loro confronti i sostituti procuratori Irene Crea, Andrea Buzzelli, Annamaria Frustaci e Antonio De Bernardo hanno chiuso le indagini a vario titolo per bancarotta fraudolenta, a cui si aggiunge nei confronti di Marchio l’accesso abusivo al sistema informatico. 

 Secondo le ipotesi di accusa il penalista, sua moglie, Marchio Tirinato, Andrea Nitti e Panzarella, pur consapevoli dell’esistenza di un debito verso la regione Calabria di oltre un milione di euro, stipulando il 29 ottobre 2018 un contratto di compravendita tra la At Alberghiera Turistica srl in liquidazione e la Sarusi, società costituita ad hoc, avente ad oggetto un terreno sito in Stalettì, di proprietà della At Alberghiera Turistica e contenente peculiari clausole di pagamento, avrebbero distratto un terreno adibito ad uliveto nel Comune di Stalettì. Terreno comprensivo di un manufatto costituito esclusivamente da fondamenta interrata e piccola parte di struttura, ceduto dalla At Alberghiera in liquidazione alla Sarusi, per il quale veniva convenuto il pagamento di 650mila euro, mai effettivamente corrisposto alla At Alberghiera Turistica srl, ma destinato fin dall’inizio a fini differenti, 250mila euro come prezzo della compravendita mai pervenuto nelle casse della società acquirente, ma utilizzato per pagare la liquidazione del società Im.Mar srl, receduto dalla società At Alberghiera Turistica srl con atto antecedente del 19 luglio 2018 e versato direttamente dalla Sarusi alla Im.Mar srl. E ancora 400mila euro, quale quota del prezzo di compravendita, mai pervenuto nelle casse della società acquirente ma utilizzato per estinguere l’ipoteca sul terreno venduto, costituita anni addietro dalla società At Alberghiera Turistica, terzo datore di ipoteca per un debito contratto dalla società Cromar Immobiliare srl, società medio tempore fallita e nei confronti della quale non è stata avanzata alcuna azione di regresso neppure in termini di richiesta di ammissione allo stato passivo del fallimento. Prezzo trasferito direttamente dal conto corrente della Magifin Immobiliare srl, socio della società acquirente a quello della Elipso Finance srl, creditrice della Cromar Immobiliare srl.  

Distruzione dei libri contabili 

Sempre secondo le ipotesi accusatorie, Pittelli, Galati, Albano, Concolino e Marchio, pur sapendo dello stato di dissesto della società At Alberghiera Turistica srl e dell’esistenza di un debito verso la Regione Calabria di oltre un milione di euro, avrebbero distratto 824.404,54 euro, credito versa la società Cromar Immobiliare srl, successivamente fallita per un finanziamento infruttifero stipulato il 21 luglio 2005, non richiedendone la restituzione e non insinuandosi nel passivo del fallimento della società debitrice. L’ex parlamentare di Forza Italia in concorso con Galati, Albano, Concolino, inoltre, con lo scopo  di procurarsi un ingiusto profitto, danneggiando i creditori avrebbero sottratto e distrutto i libri e le altre scritture contabili o tenuti in modo tale da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari.  

Accesso abusivo al sistema informatico

Antonio Marchio poi, in qualità di liquidatore della società At Alberghiera srl, avrebbe ottenuto le credenziali di accesso al sistema informatico dell’Agenzia delle entrate dalla società Sorusi srl e senza alcuna autorizzazione avrebbe presentato un modello di utilizzo in compensazione del credito Iva con cui veniva chiesto di utilizzare un credito pari a 115mila euro, comunicando poi l’estinzione della At Alberghiera Turistica in liquidazione in seguito alla fusione per incorporazione nella Sarusi srl. Tra l’altro, Marchio con una complessa operazione attraverso cui far risultare falsamente l’avvenuta fusione tra le due società, avrebbe portava illecitamente in compensazione il debito Iva della At Alberghiera Turistica srl in liquidazone pari a 76.707,66 euro con il corrispondente credito Iva non spettante dalla Sarusi srl.  

Il diritto di difesa

Gli indagati assistiti dagli avvocati Antonio Galati, Francesco Gambardella, Sergio Rotundo, Armando Scarpino, Guido Contestabile, Giuseppe Fonte, Astolfo Di Amato e Sebastiano Saitta, avranno venti giorni per chiedere di essere sentiti, interrogati dai magistrati, rilasciare dichiarazioni spontanee, depositare memorie difensive e compiere ogni altro atto utile all’esercizio del diritto di difesa prima che la Procura proceda altro con la richiesta di rinvio a giudizio. 

LEGGI ANCHE | Bancarotta fraudolenta, Pittelli torna in libertà. Il Riesame di Catanzaro revoca i domiciliari

LEGGI ANCHE | Bancarotta fraudolenta, il noto penalista Pittelli resta ai domiciliari

LEGGI ANCHE | Bancarotta fraudolenta, indagati Pittelli e la moglie: perquisizioni in corso

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui