Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


In un mondo sempre più consapevole dell’importanza di adottare fonti di energia sostenibili, l’Italia sta compiendo passi significativi verso la creazione di un futuro più verde e responsabile. Tra le varie iniziative volte a promuovere l’uso di energie rinnovabili, il Reddito Energetico si distingue come un’opportunità unica per cittadini e aziende di investire nell’energia solare fotovoltaica, riducendo così l’impatto ambientale e risparmiando sulle bollette energetiche.

Ma in cosa consiste il Reddito Energetico 2024, e soprattutto, chi può usufruirne? 

Analizziamo i punti salienti.

  • Cos’è il Reddito Energetico?

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha emesso il decreto istitutivo del Fondo Nazionale Reddito Energetico, annunciato lo scorso agosto. Il reddito energetico è un incentivo a fondo perduto destinato all’installazione di impianti fotovoltaici domestici, che mira a sostenere i nuclei familiari a basso reddito in tutta Italia, consentendo loro di accedere a un nuovo impianto fotovoltaico senza dover sostenere i costi iniziali.

Grazie al fondo per il Reddito Energetico, gestito dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), i beneficiari possono usufruire di un contributo che copre interamente il costo dell’impianto, pagando direttamente il servizio al produttore.

Il decreto, reso pubblico sulla Gazzetta Ufficiale numero 261 dell’8 novembre, fornisce linee guida dettagliate sul funzionamento del Fondo, sui requisiti per gli interventi e sui soggetti che possono beneficiare dell’agevolazione, oltre alle procedure per la presentazione delle domande.

Le risorse allocate per gli anni 2024 e 2025 ammontano complessivamente a 200 milioni di euro, distribuite come segue:

– 80 milioni destinati alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;

– 20 milioni destinati alle altre regioni o province autonome.

  • Come funziona il Reddito Energetico?

Il nucleo familiare che riceve il Reddito Energetico può utilizzare l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico per il proprio autoconsumo. 

Qualsiasi energia in eccesso viene ceduta al GSE per un periodo di 20 anni, contribuendo così a finanziare il fondo senza alcuna remunerazione economica per il beneficiario. Questo meccanismo garantisce un duplice vantaggio: da un lato, i beneficiari riducono le proprie bollette energetiche grazie alla produzione di energia pulita, e dall’altro contribuiscono alla promozione di fonti energetiche sostenibili a livello nazionale.

Ciascun beneficiario ha la possibilità di presentare un’unica domanda, valida per ogni nucleo familiare, e può ricevere l’agevolazione una sola volta.

  • Come beneficiare del Reddito Energetico?

Per accedere al Reddito Energetico, è necessario soddisfare determinati requisiti: le persone fisiche appartenenti a nuclei familiari con un ISEE inferiore a 15.000€ o inferiore a 30.000€ con almeno quattro figli a carico, possono presentare domanda per il bonus. 

Inoltre, è importante che l’impianto fotovoltaico sia installato su un edificio o una copertura di un’unità immobiliare appartenente al beneficiario e deve essere in grado di produrre energia elettrica per l’autoconsumo, senza batteria di accumulo.

Una volta accertati i requisiti, occorre compilare e caricare la propria domanda sulla piattaforma del GSE (Gestore dei Servizi Energetici), che prenderà in carico l’istanza e gestirà la richiesta. Successivamente, qualora la domanda venga accettata, il beneficiario dovrà procedere alla sottoscrizione di una convenzione con il GSE. Questa convenzione include disposizioni relative allo scambio di energia elettrica prodotta onsite, all’autoconsumo e alla cessione dei crediti maturati al GSE della Regione.

  • L’importanza di Plenitude nel processo

Plenitude si distingue come una risorsa fondamentale per chiunque sia interessato ad accedere al Reddito Energetico: la sua guida ufficiale fornisce un supporto completo, dalla verifica dei requisiti per l’ottenimento dell’incentivo alla progettazione, installazione e collaudo dell’impianto fotovoltaico. Grazie alla consulenza esperta offerta da Plenitude, è possibile affrontare il processo di transizione energetica con fiducia e sicurezza.

  • Esempi pratici e vantaggi

Nel contesto del fotovoltaico residenziale, l’Abruzzo vanta 24.236 sistemi solari con potenza inferiore a 12 kW, per una potenza totale di 178 MW. In media, un sistema fotovoltaico installato in Abruzzo produce tra 1.150 e 1.350 kWh all’anno per ogni kWp di pannelli installati. È importante notare che questi valori possono variare in base all’inclinazione, all’orientamento e al tipo di pannello utilizzato.

Prima di procedere con l’installazione di un impianto fotovoltaico in Abruzzo, molte persone si pongono la domanda sulla convenienza di questa scelta. L’installazione di un sistema fotovoltaico offre tre vantaggi economici principali:

La presenza di impianti fotovoltaici con sistemi di accumulo consente di ridurre la dipendenza dalla rete elettrica grazie alla possibilità di utilizzare l’energia prodotta direttamente in loco.

Lo scambio sul posto permette di immagazzinare l’energia in eccesso nella rete e prelevarla quando necessario, contribuendo a ottimizzare l’autoconsumo e a massimizzare i vantaggi economici dell’impianto fotovoltaico.

– Quando l’energia prodotta supera il consumo domestico, il GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) compensa economicamente l’energia in eccesso immessa nella rete.

Considerando i tempi di rientro dell’investimento, un impianto fotovoltaico da 3,4 kWp in Abruzzo può generare un rendimento annuale del 20-25%, consentendo un recupero dell’investimento entro 4-5 anni, a seconda delle caratteristiche del tetto e dell’edificio su cui viene installato il sistema.

Numerose famiglie e aziende hanno già beneficiato del Reddito Energetico Abruzzo, testimonianza tangibile dei suoi vantaggi. Grazie a Plenitude, è possibile trasformare l’impegno verso l’ambiente in azioni concrete, installando impianti fotovoltaici che non solo riducono le bollette energetiche, ma contribuiscono anche a preservare il pianeta per le generazioni future.

Il reddito energetico rappresenta un’opportunità senza precedenti per promuovere la transizione verso un’economia più verde e sostenibile.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui