Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Con la sentenza n. 35961 del 27 dicembre 2023, la Corte di Cassazione (Pres. Ferro, Rel. Caiazzo) si è pronunciata in merito all’estensione del privilegio riconosciuto alle erogazioni pubbliche di cui ai finanziamenti garantiti dal Medio Credito Centrale (MCC), alle somme date a mutuo dalla banca.

Ha dichiarato quindi inammissibile il ricorso con cui la Banca ricorrente chiedeva l’annullamento dell’ordinanza del 21 agosto 2018 del Tribunale di Bologna che, confermando il decreto del giudice delegato del 14 febbraio 2018, non riconosceva il privilegio di cui all’art. 9 d.lgs. 31 marzo 1998, n. 123 in relazione a un finanziamento concesso a una società fallita il 9 dicembre 2015 e garantito dal Medio Credito Centrale nella misura dell’80%, ai sensi della normativa prevista dalla legge 23 dicembre 1996, n. 662 per il fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese.

Nella sentenza la Cassazione ribadisce il principio di diritto secondo il quale L’art. 9, comma 5, del d.lgs. n. 123 del 1998, in materia di razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, riconosce il privilegio solo ai crediti dello Stato per la restituzione delle erogazioni pubbliche, sicché, ove il contributo sia stato erogato in conto interessi sul finanziamento agevolato, il privilegio non si estende al mutuo concesso dalla banca all’impresa (Cass., 17111/15)”. 

La Corte di Cassazione osserva che il privilegio ex art. 9 d.lgs. 31 marzo 1998, n. 123 (c.d. privilegio MCC) debba essere riconosciuto esclusivamente in relazione ai finanziamenti erogati in forma diretta o di garanzia dallo Stato, da enti territoriali e, comunque, pubblici e che, differentemente non possa essere riconosciuto ai crediti derivanti da finanziamenti o garanzia escusse provenienti da soggetti privati, anche qualora questi agiscano nell’interesse pubblico in quanto ciò porterebbe a un’ingiustificata duplicazione del privilegio.

Ritiene, altresì, la Corte che anche l’art. 8-bis d.l. 24 gennaio 2015, n. 3, pur estendendo il privilegio di cui all’art. 9 d.lgs. 31 marzo 1998, n. 123 alle restituzioni delle somme liquidate a titolo di perdite dal Fondo di garanzia di cui all’art. 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662 nei confronti dei beneficiari finali e dei terzi prestatori di garanzia allo stesso tempo ribadisce che solo gli enti pubblici sono legittimati a far valere detto privilegio.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui