Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Il Tribunale di Busto Arsizio, con ordinanza del 10 aprile 2024, si è pronunciato sull’annosa questione della legittimazione sostanziale e processuale per le attività di recupero del credito oggetto di operazioni di cartolarizzazione, di un servicer non iscritto all’albo ex art. 106 TUB.

In particolare, il Tribunale, nell’ordinanza in commento, intende allinearsi alla recente pronuncia della Cassazione (n. 7243/2024), respingendo il reclamo avverso l’ordinanza del Giudice dell’esecuzione, che aveva rigettato l’istanza di sospensione della procedura esecutiva, formulata proprio sul rilievo, da parte dell’esecutato, della mancanza di legittimazione processuale del servicer che aveva avviato l’esecuzione.

Il Tribunale, infatti, afferma che non è ravvisabile alcuna nullità dei rapporti negoziali e delle correlate attività di recupero del credito, restando la questione dell’eventuale violazione di legge rilevante solo sul piano del rapporto con l’autorità di vigilanza, ritenuta estranea al giudizio oggetto di reclamo.

Si ricorda che la Cassazione era giunta ad analoga conclusione, poiché, in motivazione, aveva espressamente escluso il carattere imperativo delle norme del TUB, sulla base dell’assunto, condiviso esplicitamente nella citata ordinanza, per cui “in relazione all’interesse tutelato, qualsiasi disposizione di legge, in quanto generale e astratta, presenta profili di interesse pubblico, ma ciò non basta a connotarla in termini imperativi, dovendo pur sempre trattarsi di «preminenti interessi generali della collettività» o «valori giuridici fondamentali»; il mero riferimento alla rilevanza economica (nazionale e generale) delle attività bancarie e finanziarie non vale di per sé a qualificare in termini imperativi tutta l’indefinita serie di disposizioni del cd. “diritto dell’economia”, contenute in interi apparati normativi (come il T. U.B. o il T. U.F.)”.

Secondo il Tribunale, peraltro, tale pronuncia si pone in linea con le considerazioni già svolte dalle Sezioni Unite (sent. 33719/2022) che, chiamate a pronunciarsi sulla diversa questione delle conseguenze derivanti dal cd. sovra finanziamento del contratto di mutuo fondiario, avevano osservato come il legislatore fosse intervenuto più volte con disposizioni che avevano previsto espressamente ipotesi di nullità negoziale per violazione di specifiche norme di settore nel TUB, e ciò proprio per la difficoltà di considerare imperative le singole norme prescrittive o per evitare incertezze interpretative.

Pertanto, il silenzio del legislatore sul punto, ravvisabile anche nel caso di specie, viene ritenuto dal Tribunale decisivo nel senso di escludere la nullità virtuale degli atti negoziali.

I rilievi formulati, peraltro, secondo il Tribunale, prescindono altresì dall’esame della questione se anche lo special servicer, in qualità di mandatario della società veicolo (SPV), debba o meno essere iscritto anch’esso all’albo ex art. 106 TUB (questione, peraltro, che la giurisprudenza di merito prevalente richiamata nella pronuncia in esame, ha già risolto in senso negativo, secondo il Tribunale).

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui