Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   




Il reddito energetico suscita grande interesse e molti stanno riflettendo sulla possibilità di installare nella propria abitazione dei pannelli fotovoltaici. Tale misura di sostegno, infatti, nasce proprio per consentire alle famiglie in condizioni di disagio economico di aver accesso a un impianto di questo tipo, per produrre energia in regime di autoconsumo.
Il bonus è regolato dall’apposito Fondo Nazionale Reddito Energetico, che prevede una dotazione complessiva di 200 milioni di euro per il biennio 2024-2025, da suddividere secondo specifici criteri nelle diverse regioni d’Italia. Non entriamo qui nel merito delle modalità di accesso, ma preferiamo concentrarci proprio sui pannelli fotovoltaici, sulla loro implementazione e sull’installazione. Per saperne di più, vi consigliamo di consultare alla guida completa di Plenitude sul reddito energetico 2024, che risponde a tutti i quesiti e accompagna passo dopo passo chiunque sia interessato.

Come si installano i pannelli fotovoltaici?

Quando si sceglie di installare un impianto fotovoltaico, è fondamentale valutare le caratteristiche e il dimensionamento, mirati a soddisfare al meglio il fabbisogno energetico, rapportato alle abitudini di consumo. Far coincidere il picco dei consumi con quello di produzione è il modo migliore per massimizzare l’autoconsumo, quindi il risparmio. Vi ricordiamo che, per ottenere il contributo del reddito energetico 2024, l’impianto non deve avere una potenza nominale non inferiore a 2 kW e non superiore ai 6 kW. Stabilite caratteristiche e dimensionamento, si passa alle fasi operative, con una ricognizione del tetto. In generale, non sono richieste particolari opere murarie: è fondamentale, però, che il tetto sia solido e non presenti segni di cedimento, sia all’esterno che all’interno. Il migliore orientamento è a sud, si sconsiglia a nord. Parlando in termini di ingombro, un impianto di taglia domestica, con 3 kW di potenza nominale, necessita al massimo di 30 mq di spazio nei tetti a falde (40 mq su superfici piane). A queste misure, si aggiungono 5 mq per ogni kW di potenza nominale, nel caso si tratti di un tetto triangolare. Va, inoltre, considerato l’eventuale spazio già occupato da antenne o camini (e quindi inutilizzabile ai fini dell’impianto fotovoltaico).

Quali soggetti bisogna coinvolgere per l’installazione?

A occuparsi delle verifiche, che comprendono eventuali vincoli, i carichi della struttura e le norme antincendio, è il fornitore che avete scelto. L’esito delle verifiche viene inserito in un progetto obbligatorio dell’impresa che effettua il lavoro. In seguito, bisogna procedere con:

  • comunicazione o richiesta di autorizzazione al Comune;
  • richiesta di connessione al GSE;
  • registrazione anagrafica dell’impianto sul portale di Terna;
  • eventuale richiesta di attivazione degli incentivi (come il reddito energetico 2024), tramite portale del GSE e invio dichiarazione per detrazioni fiscali all’ENEA.

Grazie al “Modello Unico” tutte queste procedure sono unificate e semplificate. Qualora non fosse possibile compilare il “Modello Unico”, si può procedere con la richiesta al Comune, sempre con l’assistenza dell’azienda fornitrice che può essere delegata a espletare tali formalità. Terminata l’installazione, il fornitore rilascia la Dichiarazione di conformità dell’impianto e una copia del progetto. L’installazione dei pannelli fotovoltaici non richiede troppo tempo: in media e in condizioni standard, una squadra di tre operai può installare un impianto di 3 kW in un giorno, massimo due, e un impianto di 6 kW in massimo tre giorni.




© RIPRODUZIONE RISERVATA



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui