Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


CARRARA. Tutti assolti per il caso della cava Fiordichiara B, che finì sotto sequestro nel febbraio del 2016 (e poi dissequestrata un mese dopo), un anno dopo la dichiarazione di fallimento della società.

La procura

I diritti della Fiordichiara B erano in concessione alla Fiordichiara Srl di Davide Montefiori, che, stando alla ricostruzione della procura, nel 2013 aveva ceduto un ramo d’azienda e i diritti di concessione alla Cmv Marmi di Milano, di Alessandro Macchione (nel ruolo di amministratore unico e legale rappresentante). Due anni dopo, a febbraio 2015, la Fiordichiara Srl avrebbe dichiarato fallimento. Secondo l’ipotesi accusatoria della procura, Montefiori e Macchione, con la collaborazione del commercialista massese Giampiero Ciarleglio avrebbero appositamente costituito una terza società con sede a Londra, la Marble&Stone Ltd, per “recuperare” i beni della Fiordichiara, evitare il pagamento dei creditori e occultare i reali beneficiari dell’operazione. Il valore del ramo d’azienda e delle concessioni cedute dalla Fiordichiara alla Cmv ammontava, sempre stando alla ricostruzione della procura, a 2.630.000 euro. Montefiori (difeso dall’avvocato Filippo Tacchi del foro di Lucca) era accusato di bancarotta fraudolenta, documentale e preferenziale; Macchione (difeso dall’avvocato Fabio Carbonelli del foro di Napoli) e Ciarleglio (difeso dall’avvocato Rachele Vatteroni del foro di Massa-Carrara) di bancarotta fraudolenta per distrazione del ramo d’azienda.

La sentenza

Ma come detto, ieri mattina il collegio composto dai giudici Basilone, Berrino e Biasotti, ha emesso sentenza di assoluzione per tutti; anche la pm dottoressa Clarissa Berno, per altro, aveva chiesto l’assoluzione. Si chiude così una vicenda annosa, con il processo proseguito per ben quattro anni, durante i quali gli imputati e i rispettivi avvocati sono riusciti a chiarire le posizioni e a dimostrare la legittimità delle operazioni che erano state contestate. Sul piano tecnico, Davide Montefiori doveva rispondere di tre sotto capi di imputazione; in quanto al capo a, ridimensionato da bancarotta fraudolenta a bancarotta semplice, è subentrata la prescrizione; quanto ai capi b e c, distrazione di liquidità, l’assoluzione è legata a quella che una volta si sarebbe detta insufficienza di prove, ma che resta ovviamente un’assoluzione piena. Assolto inoltre per l’ipotesi di versamenti a suo favore di pagamenti all’Inps, risultati non provati. Vi era poi il capo C, che vedeva coinvolti tutti e tre per bancarotta fraudolenta, per la cessione del ramo d’azienda della Fiordichiara srl. In questo caso, assoluzione perché il fatto non sussiste. Insomma, le ipotesi accusatorie sono cadute dopo il lungo dibattimento in tribunale a Massa.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui