Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   



Dal 12 giugno al 12 luglio prossimo, i soggetti interessati potranno inviare domanda alle Entrate per accedere al contributo riconosciuto in relazione agli investimenti realizzati nella ZES unica Mezzogiorno, comunicando l’ammontare delle spese ammissibili – sostenute dal 1° gennaio 2024 – e quelle che prevedono di sostenere fino al 15 novembre 2024. È quanto prevede il  Decreto 17 maggio 2024, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 maggio scorso, in cui si definiscono le modalità di accesso al credito d’imposta per investimenti nella ZES unica (che comprende i territori delle Regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania, Molise, Puglia, Sardegna e  Sicilia), i criteri, le modalità di applicazione e fruizione del beneficio e dei relativi controlli. In particolare, possono accedere al credito per l’acquisto di beni strumentali (indicati all’art. 3) tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica e dal regime contabile adottato, già operative o che si insediano nella ZES unica. L’agevolazione non si applica ai soggetti che operano nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera e della lignite, dei trasporti, esclusi i settori del magazzinaggio e del supporto ai trasporti, e delle relative infrastrutture, della produzione, dello stoccaggio, della trasmissione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, della banda larga e nei settori creditizio, finanziario e assicurativo. Niente contributo, inoltre, per i soggetti in stato di liquidazione o di scioglimento e in crisi economica (art. 2). L’articolo successivo precisa che il credito d’imposta è determinato in base al costo complessivo dei beni acquistati nel limite massimo, per ciascun progetto di investimento, di 100 milioni di euro. In ogni caso, non sono agevolabili i progetti di costo inferiore a 200mila euro. Infine, modello e istruzioni, contenuti e modalità di trasmissione della comunicazione saranno definiti con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate (art. 5). Nell’art. 7, indicate le modalità di fruizione. Nello specifico, il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Amministrazione finanziaria.


 


Notizie correlate: In GU il Decreto Coesione – Convertito in legge il decreto PNRR-bis – In arrivo nuovi incentivi per donne e giovani imprenditori agricoli

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui