Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Per i giovani o le coppie con meno di 35 anni, comprare una casa è già un’impresa titanica. Per accendere un mutuo servono sempre più garanzie, che…

  • Tutti gli articoli del sito, anche da app
  • Approfondimenti e newsletter esclusive
  • I podcast delle nostre firme

– oppure –

Sottoscrivi l’abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE

MENSILE

4,99€

1€ AL MESE
Per 3 mesi

ATTIVA SUBITO

Poi solo 49,99€ invece di 79,99€/anno

Per i giovani o le coppie con meno di 35 anni, comprare una casa è già un’impresa titanica. Per accendere un mutuo servono sempre più garanzie, che spesso gli under 35 non sono in grado di fornire se non appoggiandosi alle famiglie. E poi i prezzi, che aumentano continuamente anche se si parla degli affitti. La Regione proprio per questo motivo negli anni ha messo in campo tutta una serie di aiuti, rivolti proprio ai giovani che hanno intenzione di costruirsi un futuro che sia basato anche sull’abitazione di proprietà. 

Ma c’è uno scoglio su cui finiscono purtroppo tanti under 35 del Friuli Venezia Giulia: è quello della dichiarazione Isee, troppo spesso non slegata dalla situazione economica del nucleo familiare di provenienza. E il risultato è sovente quello dell’annullamento del contributo, arma invece fondamentale per combattere il caro del mattone. 

Cosa succede

A chiedere una modifica urgente da apportare alla normativa è stato in questo caso il consigliere regionale del Patto, Marco Putto. «In Friuli Venezia Giulia – ha premesso – coloro che scelgono di acquistare la loro prima casa hanno la possibilità di ricevere un significativo contributo regionale: una cifra importante, che permette a giovani e coppie che ne possiedono i requisiti di diventare indipendenti e costruire una propria famiglia. L’aspetto critico, però, è che ad oggi tra i vari requisiti di accesso c’è anche quello che considera l’Isee, che viene calcolato includendo l’intero nucleo famigliare di provenienza, condizionando perciò i richiedenti nella possibilità di accedere al beneficio.

La proposta

Ho quindi proposto un emendamento alla legge “Omnibus”, che discuteremo in Consiglio Regionale la prossima settimana, prevedendo di considerare solo l’Isee dei singoli soggetti che andranno ad acquistare la loro prima casa, svincolandolo da quello del loro precedente stato famigliare.
Infatti, molte giovani coppie non riescono ad accedere con facilità a questo fondamentale contributo, che può arrivare anche a 30mila euro, a causa dell’elevata incidenza dell’Iseedelle famiglie di provenienza: se vogliamo dare la possibilità di costituire nuove giovani famiglie, favorendole nell’acquisto o nella ristrutturazione di un immobile che diventi la loro prima casa, dobbiamo intervenire rimuovendo questa inutile ed iniqua complicazione». 

Mutui, l’odissea dei giovani senza garanzie: «Serve alle spalle un reddito fisso o una pensione»

La situazione

La media dell’Isee in regione nel 2022 era pari a 17.957 euro (in Italia 14.540 euro); a Pordenone (18.947 euro) e Udine (18.069 euro) si riscontrano i valori più elevati, nella Venezia Giulia quelli più bassi (Gorizia 17.030 euro, Trieste 17.272). Il 24,9% delle famiglie del Friuli Venezia Giulia che hanno presentato una dichiarazione è composta da una sola persona; tra quelle con meno di 6.000 euro di Isee i nuclei monopersonali sono quasi la metà in regione (45,5%); se si considera solo chi ha un valore nullo la percentuale sale al 64,6% (63,1% in Italia). All’aumentare del valore dell’Isee i nuclei composti da una sola persona tendono ad avere un peso sempre minore, oltre i 30.000 euro sono il 15,7% in Friuli Venezia Giulia (e il 12,6% in Italia). 

Quindi, se calcoliamo le famiglie con una dichiarazione Isee superiore ai 15mila euro l’anno (va ricordato che l’Isee non comprende solamente il reddito) sono circa 90mila. Il rischio, per i figli che vivono ancora all’interno del nucleo familiare, è quello che a causa della situazione patrimoniale dei genitori possa “saltare” il contributo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi l’articolo completo su
Il Gazzettino

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui