Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Grazie al decreto 211/2023 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che è entrato in vigore dal 12 gennaio 2024, la normativa sul microcredito (disciplinato dal Decreto 17 ottobre 2014 numero 176 ovvero la “Disciplina del microcredito, in attuazione dell’articolo 111, comma 5, del decreto legislativo 1° settembre 1993 numero 385”) viene modificata nelle sue caratteristiche principali, aprendo di fatto questo strumento a una platea di clienti interessati decisamente più ampia che in passato. Questo intervento normativo segue quello già avvenuto con la Legge del 30 dicembre 2021numero 234 – che aveva modificato l’articolo 111 del Testo unico bancario, così come risulta attualmente formulato.

Le modifiche di maggiore impatto sull’attività di concessione di finanziamenti sono le seguenti:

il microcredito è finalizzato a sostenere l’avvio o l’esercizio di iniziative imprenditoriali e per l’inserimento nel mercato del lavoro (articolo 1 comma 1);

sono state introdotte, tra i beneficiari, le società a responsabilità limitata (articolo 1 comma 1);

sono stati abrogati i limiti temporali relativi all’accesso per i lavoratori autonomi e imprese titolari di partita iva solo se inferiori a 5 anni di attività (articolo 1 comma 2);

sono abrogate le limitazioni dimensionali (articolo 1 comma 2 lettera d; nella precedente formulazione: 100mila euro di indebitamento, 200mila euro di fatturato e 300mila euro di attivo patrimoniale);

sono confermati i limiti dimensionali relativi al numero di dipendenti che rimane pari a:

1) 5 unità per i lavoratori autonomi e le ditte individuali;

2) 10 unità per Società di persone, Società a responsabilità limitata semplificate, società a responsabilità limitata e società cooperative;

– l’importo massimo erogabile è di 75mila euro per ciascun richiedente, aumentato fino a 100mila euro solo per le società a responsabilità limitata (articolo 4 comma 1);

è possibile concedere ad uno stesso soggetto un nuovo finanziamento per un ammontare che, sommato al debito residuo (articolo 4), non superi i limiti di cui ai commi 1 e 1 bis del medesimo articolo 4 (cioè 100mila euro per le Srl; 75mila euro per le altre p.i. e società beneficiarie);

è precluso agli operatori di microcredito di avvalersi del Fondo di garanzia a copertura del rischio di credito per una percentuale superiore all’80 per cento per i finanziamenti fino a 50mila euro e al 60 per cento per i finanziamenti fino a 75mila euro (articolo 13 comma 2);

è prevista la possibilità di garanzie reali per finanziamenti concessi alle società a responsabilità limitata;

la durata massima dei finanziamenti non può eccedere i 10 anni (articolo 4 comma 4).

Senza dubbio la nuova formula (vedi qui la scheda) apre le porte ad un numero consistente di società che potranno beneficiare della garanzia Mediocredito centrale per i propri investimenti e riorganizzazioni aziendali.

Aggiornato il 08 marzo 2024 alle ore 10:38

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui