Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
Agevolazioni
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


I tassi d’interesse sembrano viaggiare verso la riduzione, con importanti effetti sui mutui e sui prestiti che le banche forniscono alle famiglie. Una riduzione, che se confermata nelle decisioni della Bce previste a giugno, potrebbe portare a un risparmio non di poco conto sull’acquisto della casa per gli italiani che, guardando a quelli che erano i costi degli ultimi anni, potranno cogliere un’opportunità importante con risparmi interessanti. Ma di quanto sono variati i tassi e qual è la cifra che gli italiani riusciranno a salvare rispetto al passato nell’acquisto di immobili o per finanziamenti a più rate?

Tassi in calo, la previsione sui mutui

A fornire una fotografia su quello che è l’andamento dei tassi di interesse per i mutui in Italia è stato il report Analisi & Ricerche di Fabi, la Federazione autonoma bancari italiani che ha raccolto i dati sullo stato attuale delle spese da affrontare per l’acquisto di una casa. Sottolineando l’andamento dei tassi, e specificando che in vista delle decisioni della Bce tutto è in divenire, il report evidenzia che la possibile riduzione potrà avere un impatto rilevante sui mutui.

Negli ultimi due anni, infatti, i tassi sui prestiti sono aumentati progressivamente dal 4,5 al 5%, ma ora la riduzione sembra portare dritti verso una media del 3,69% che si traduce come un’opportunità per chi vorrà comprare casa. In poche parole, chi acquista oggi con un mutuo al 3,69% ha un risparmio non di poco conto.

Fabi, nel suo report, fa un esempio: nel caso di un prestito immobiliare di 25 anni da 200.000 euro, il risparmio complessivo sarebbe di oltre 54.000 euro (-14,9%) rispetto alla cifra spesa due anni fa. In una simulazione, infatti, col tasso fisso a 3,69%, il muto mensile da pagare per 25 anni sarebbe di 1.032 euro contro i 1.212 del 2022, con 180 euro di risparmio sul mese, 2.162 sull’anno e, come detto 54.044 sul totale dell’intero mutuo.

La riduzione, invece, è meno accentuata sui mutui a tasso variabile con la media stabile sopra il 4%.

Finanziamenti su auto o elettrodomestici, c’è risparmio?

La riduzione dei tassi di interesse va ovviamente a impattare anche sul credito al consumo, ovvero per l’acquisto di automobili o elettrodomestici. L’acquisto a rate, che da sempre è stato uno dei più scelti per immatricolare nuove vetture, ha risentito negli ultimi anni di un sovrapprezzo molto pesante che però, con la prossima riduzione, porterà una ventata di convenienza.

Come riferito dal report Fabi, infatti, i tassi sul credito al consumo sono scesi a una media dell’8,93%, dopo picchi superiori al 14%. Ciò significa che oggi per acquistare un’automobile da 25.000 euro interamente a rate, con un finanziamento di 10 anni, il costo totale è passato dai 48.961 euro di fine 2023 a 38.835 euro, con un risparmio complessivo di 10.126 euro (-20,7%).

Per acquistare un qualsiasi elettrodomestico, seppur con cifre minori, la convenienza è sempre dietro l’angolo. Una lavatrice da 750 euro acquistata a rate, per esempio, con un finanziamento da 5 anni vede passare il costo totale dai 1.106 euro di fine 2023 ai 962 euro odierni con un risparmio complessivo di 144 euro (-13,1%) rispetto ai tassi dello scorso anno.

Un aspetto non di poco conto, reso possibile dalla decisione delle banche di anticipare le decisioni della Bce sulla politica monetaria per migliorare le condizioni sui prestiti. “Le banche hanno capito che è giunto il momento di mettere un freno alle difficoltà di famiglie e imprese, siamo in una fase di transizione” ha detto Lando Maria Sileoni, segretario generale Fabi.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui